Cos’è un giornale

I bambini del laboratorio di giornalismo del diurno di Cometa, affrontano una seconda e fondamentale tappa del percorso pratico, ludico e educativo per orientarsi e comprendere il mondo della comunicazione.

La prima domanda a cui hanno dato risposta è stata: Cos’è una redazione?

Non è un termine di immediata comprensione e si confonde con il concetto di arredamento.

Cos’è una redazione?

GI.:  Una cosa per organizzare una casa.

CA.: Una decorazione, un sito importante.

M.: Sistemare.

La confusione è dovuta solo alla somiglianza tra il verbo arredare e redigere, che spesso viene erroneamente sostituito dalla parola redarre, da cui deriva la parola redazione.
Redigere significa: scrivere, curare in qualità di redattore e la redazione è il luogo dove si riuniscono i giornalisti che scrivono un giornale.

Cosa c’è in un giornale? È stata la seconda domanda.

Il titolo (M.)

C’è scritto che cosa è successo (GI.)

Il meteo (GI.)

Fine (M.)

Fumetti (GI.)

Giochetti (tutti)

Cruciverba (CA.)

Pubblicità (tutti)

Cos’è il titolo? Chiede OMAR.

“È la parte sopra che spiega di cosa parla,” risponde M.

“È la stessa cosa che c’è in un libro,” aggiunge GI.

Cosa c’è nella copertina?

I personaggi, dicono tutti pensando ai componenti della redazione.

“Lo sfondo,” dice Gi., mentre Ca. aggiunge “I colori” indicando gli aspetti grafici di una prima pagina.


A questo punto i bambini hanno disegnato la copertina del giornalino di Cometa dando un titolo e una spiegazione.
È nato così il nome Stella Misteriosa.


Un nome che Ca. ha giustificato con una fantastica leggenda da lui stesso inventata:


“Un tempo esisteva una stella misteriosa che ogni anno passava vicino al nostro pianeta. Nessuno ne conosceva il nome finché fu chiamata Cometa per ricordare il nome di un posto sulla Terra dove aiutano i bambini a crescere.”